Elenco blog personale

lunedì 23 luglio 2012

Insonnia d’amore








Insonnia d’amore è una delle migliori commedie brillanti degli anni '90 accolta da un grande successo di pubblico in patria (129 milioni di dollari di incasso) e all'estero. Sceneggiato e diretto da Nora Ephron, già principale artefice del grande successo di 'Harry,ti presento Sally' (sempre con Meg Ryan) di Rob Reiner che 


Insonnia d'amore - Locandina
  

ricambia il favore alla collega e partecipa al film, in un ruolo minore, nelle insolite vesti di attore (ma non così insolite visto che comparirà anche in un film da lui stesso diretto, 'Storia di noi due' con Michelle Pfeiffer e Bruce Willis). 'Insonnia d'amore' è pertanto un riuscito tentativo di rinnovare lo stile e l'atmosfera delle commedie della 'vecchia Hollywood' degli anni '50 e '60, sia attraverso espliciti richiami, riferimenti e citazioni dirette a famose pellicole americane dell'epoca ('Un amore splendido' con Cary Grant e Deborah Kerr), sia grazie ad una raffinata colonna sonora che 


Insonnia d'amore - Tom Hanks
  

miscela sapientemente brani vecchi e nuovi ma sempre dal sapore spiccatamente 'rètro'. Non possiamo poi dimenticare i due adorabili co-protagonisti (perchè il vero protagonista è il caso, il destino, che tutto sconvolge e sistema...): puliti, precisi, perbene: Meg Ryan - Annie, così irreale, ma anche così amabile nella sua spensieratezza e dolcezza infantili; e Tom Hanks - Sam, così misurato e malinconico al punto giusto nel rappresentare la banalità del dolore quotidiano. Un film che è destinato con gli anni a diventare (se non lo è già...) un sempreverde proprio perchè parla in modo semplice, diretto e mai 


Insonnia d'amore - Meg Ryan
  

retorico di sentimenti universali. Tra gli altri interpreti non possiamo non citare Bill Pullman, un bravo attore che alterna sapientemente ruoli minori (era l'editore di William Hurt,di cui sposava la sorella, in 'Turista per caso' di Lawrence Kasdan) a ruoli da protagonista in mega-produzioni (era il presidente degli Stati Uniti nel giocattolone 'Indipendence Day' e un tenero padre-vedovo in 'Casper') o film indipendenti come 'Strade perdute' di David Lynch. E poi, nonostante sia una commedia e nonostante la leggerezza che caratterizza ogni pellicola che si definisca tale, tuttavia è stata confezionata con indubbia classe, eleganza e maestria: doti, ahimè, sempre più rare nel panorama del cinema contemporaneo.



Insonnia d'amore - Ross Malinger


"Succede raramente di incontrare una commedia così abile e intelligente, così romantica e ruffiana, così ben scritta e ben interpretata: al 'the end' si arriva con l'occhio lucido, ma senza vergogna, anzi con orgoglio. Dietro a 'Insonnia d'amore' c'è tutta la cultura della sophisticated comedy hollywoodiana trasferita a Seattle, città che oggi va molto di moda al cinema, e aggiornata alla solitudine contemporanea, che può essere curata anche via etere, talking radio." "Allegria e commozioni, dosate con furbizia da Nora Ephron, già sceneggiatrice apprezzata di 'Harry ti presento Sally' e poi regista felicemente 



Insonnia d'amore - Meg Ryan 2
  

esordiente con 'This Is My Life'. Insieme con lei ci sono un veterano delle sceneggiature, David S. Ward, Oscar per 'La stangata', e un mago della fotografia, Sven Nykvist, cui si aggiungono, come interpreti protagonisti, Tom Hanks e Meg Ryan, un gruppetto destinato a priori al successo. E il film, difatti non si può dire che non meriti quello che  ottenne l'estate 1993 appena uscito negli Stati Uniti: 120 milioni di dollari d'incasso. Un meccanismo facilissimo, e perfino scontato, ma, proprio perché è ben congegnato, è quasi impossibile resistervi."


Insonnia d'amore - Scene
   

"Alla sua seconda regia la sceneggiatrice di 'Harry ti presento Sally' conferma un garbo e una finezza non comuni nel tratteggiare paure e sentimenti dei 30 -40enni, con un orecchio speciale per i dialoghi e il dono di pigiare tanto allegramente sul pedale del kitsch che l'ironia diventa vistosa anche se in America se ne sono accorti e hanno preso tutto sul serio. Fra i personaggi di contorno, abbozzati con vivacità e sicurezza invidiabili, si riconosce il regista di 'Harry ti 


Insonnia d'amore - Meg Ryan, Tom Hanks, Ross Malinger
  

presento Sally', Rob Reiner (l'amico grosso con la barba di Tom Hanks), ma la palma di migliore caratterista la strappa l'amica di Meg Ryan. "E' stato salutato, 'Insonnia d'amore' di Nora Ephron come la prima commedia romantica dell'era dell'Aids. Non perchè di Aids si parli. Ma proprio perché non se ne parla proprio. Anzi, per essere un cosiddetto film d'amore, si parla pochissimo anche di sesso, i pochi gesti sospettabili di sesso che si vedono nel film sono fatti automaticamente e con profonda noia successiva, e, soprattutto, tanto per sottolineare l'idea di safe sex, i due innamorati in potenza hanno tra di loro non semplicemente la spada che divideva Tristano e Isotta, ma tremila miglia, praticamente il continente americano."

10 commenti:

  1. Mi chiedevo quando lo avresti fatto! Jacques Prevert, l apostolo degli innamorati. Ed è solo l inizio. A mare il tempo si è guastato e leggo male sull Iphone ok leggerò dopo in albergo. Sei un diavolo tentatore mo pure Prevert ci mancava. Ciao Antonella66

    RispondiElimina
  2. Perbacco è uscita ora una icona sul tuo blog che dice hanno aderito 27 membri e in un mese hai collezionato 2493 visite. Gabry devo fare anche io un blog e poi ci dirottiamo le persone per competenza. Io vado forte in storia e tu? Dammi una mano ti sarò utile. Ad agosto sto in famiglia ma a settembre tutto ok! Un salutone Davide68

    RispondiElimina
  3. Non ti fai mancare proprio nulla, ora pure Prevert. Una

    cosa che non sapevo era il bacio di quel fotografo

    francese. Visto spesso anche in rete, ma non con tanti

    dettagli. Ho visto ben 27 lettori fissi e 2500 clic in 1

    mese ma sai che se va bene sono 30mila in un anno. Devo

    darti una mano dopo le ferie Ok. Laura69

    RispondiElimina
  4. Ma sei un folle hanno dato Io ti salverò oggi alle 15 e alle 22 sei già li che lo posti. Una roba da non credere. Ma vivi col pc a letto? O a mare? Che foto giganti, a me non vanno nello schermo, mi sa che devi ridurle. Belle però. Tutto ok. Mi piaci. Giuliana58

    RispondiElimina
  5. Sono sull adriatico e il tempo è out così sfogliavo il tuo blog. Hai da poco postato Via col vento. Magistrale, anche se datato è uno dei più grandi film di tutti i tempi. Ora le foto vanno nel classico monitor del pc, ma te lo ha fatto notare qualcuno mi pare? Prima le foto erano belle ma non entravano nello schermo. Forse tu usi un 22 o 25 pollici. Sei un sogno come sempre. A settembre. Un abbraccio.Lorenza62

    RispondiElimina
  6. Love is always an issue at the center of man and therefore also the object of interest in psychology.
    But what is love? You may sometimes be confused about it and ask, for example, if you feel love or just attraction, if we truly love our partners or "it's just a habit", or it can happen to feel subjugated in a report that more than love has become an obsession and suffering, or in still other cases, the relationship is a battlefield and the anger seems to be the strongest bond.
    To understand what love is first of all it is important to distinguish it from falling. Do you agree on this? Because I see the love in your container is very vague. Write me, I follow the American Psychological School. Are you interesting and intriguing at the same time. Beautiful pictures. Your girls are the ones you see in the profile? Are you nice let me know. Tiffany67

    RispondiElimina
  7. Gabry parto mercoledì 1 agosto e torno intorno al 20. Mi raccomando sempre barra a dritta. Non so se prendo internet sul mio samsung in riviera, altrimenti mi aggiorno al rientro. In questa settimana ti faccio sapere. Ciao Davide68

    RispondiElimina
  8. Già! A chi. E’ vero. Chissà a chi hai dedicato questa poesia. Lo so non sono fatti miei, ma siamo su un blog, ti ho visto nascere, ne parlo con le amiche ecc. Ora vorrei comunicarlo, ma mi sono bloccata interdetta sul significato “a chi” chissà che cosa vuoi dire e a chi lo vuoi dire. Ok a noi poveri mortali organizzare la giornata e tirare avanti. Grazie per farmi sognare, un bacio. Emma61

    RispondiElimina
  9. Fantastica la foto dei gatti abbracciati che hai postato in “Imprinting o innamoramento?” Ma dove le prendi? Sei un gran casino, interessante la teoria imprinting animale e innamoramento umano. Per un estate ricca di meningi. Ti seguo. Luisa57

    RispondiElimina
  10. Il personaggio di Gilda è davvero ambiguo e maledettamente ben interpretato. Vulcanica, lunatica, superstiziosa, infantile, vivacissima, capricciosa, sensuale, affamata di amore e di attenzioni, imperscrutabile, misteriosa: Gilda incarna ogni aspetto della femminilità. E’ la femmina per eccellenza, come ogni uomo la immagina. Per tutto il film le sue azioni restano enigmatiche, e l’unica cosa certa è il suo costante, ossessivo, desiderio di restare sempre al centro dell’attenzione. E tu sei peggio di lei la tratteggi con le parole, ma soprattutto con immagini sublimi. ti seguo sempre. Rosanna63

    RispondiElimina