Elenco blog personale

venerdì 20 luglio 2012

Amori maturi - Come un uragano








Pubblico volentieri un post di un’amica, sull’amore maturo. Fatemi avere delle impressioni. “Il gossip ci insegna che molto spesso sono le donne mature che rivolgono le loro attenzioni verso uomini più giovani di loro, prendendo in mano il gioco della seduzione e guidando le danze. Visto però che non ci fidiamo molto di quel che ci mostrano Hollywood e le celebrità, cerchiamo di capire come un uomo possa riuscire a conquistare una donna più grande. Chi crede che le tecniche e l’approccio possano essere gli stessi usati con le ragazze giovani si sbaglia di grosso. L’età porta cambiamenti anche nell’approccio all’altro sesso, e allora vediamo qualche consiglio utile per sedurre le donne mature.



Come un uragano - Locandina


Se vedere un uomo anziano affiancato da una giovane e prestante ragazza è ormai diventata consuetudine nel mondo moderno, più difficile è stato accettare che anche le donne mature potesse accompagnarsi a uomini più giovani di loro. In qualche modo la cosa era vista come sconveniente, ma per fortuna anche questo tabù sta crollando, consentendo a chi ha la passione per le “cougar” di agire con più facilità e senza alcuna remora. Come detto, però, il primo passo necessario per l’approccio deve essere proprio il riconoscimento di questa maturità.
Le donne mature portano con sé un carico di esperienze di vita che non solo non ritroviamo nelle nostre coetanee, ma che spesso nemmeno noi possediamo. Partire da questo presupposto è fondamentale, perché questo loro essere mature nell’animo oltre che nel fisico rappresenta il loro punto di forza più evidente. Apprezzare questa loro esperienza e comportarsi di conseguenza sono le basi da cui partire per sedurle. Inutile quindi vestire i panni dei latin lover e dei seduttori impenitenti, perché con le donne mature raramente funziona.



Come un uragano - Richard Gere e Diane Lane


Anche loro sono alla ricerca di emozioni forti e vogliono mettersi in gioco dimostrando a se stesse e agli altri di essere ancora in grado di sedurre e provocare forti scosse (anche inguinali) nel popolo maschile, ma difficilmente si faranno abbindolare dal classico fusto tutto muscoli e niente cervello, a meno che non stiano cercando una scappatella scaccia-pensieri. Classe ed intelligenza sono le armi migliori da sfoderare nel gioco della conquista, perché le donne mature sanno quello che vogliono e non perdono tempo con persone banali.
Il tempo è il fattore chiave: difficile che una donna matura ceda subito alle vostre attenzioni. La seduzione deve essere lenta, graduale e improntata alla trasparenza: mentire su se stessi e sulla propria vita non 


Come un uragano - Richard Gere e Diane Lane  2
  

serve a nulla, perché le donne in generale hanno un radar per le menzogne, e quelle mature hanno affinato ulteriormente questa capacità. Inutile quindi utilizzare sotterfugi e giri di parole, perché in qualche modo riescono a leggervi dentro. Non è semplice, questo è chiaro, ma bisogna mettersi in testa che conquistare una donna più adulta è percorso irto di ostacoli.
Una volta raggiunto l’obiettivo, però, davanti ai vostri occhi potrebbe dischiudersi un mondo nuovo, diverso e molto più intenso di quanto si potesse pensare (anche a letto, questo è poco ma sicuro). Ultima avvertenza, che potrebbe sembrare scontata ma non lo è affatto: una partner matura non sostituisce in alcun modo vostra madre. Dare adito a sospetti di questo tipo non solo distrugge la magia, ma le farà sentire vecchie e quindi in automatico vanificherà ogni vostro tentativo di seduzione.” Antony66

Come un uragano - Richard Gere e Diane Lane  3



Il film di oggi è Come un uragano un film sentimentale del 2008 diretto da George C. Wolfe con la coppia Richard Gere e Diane Lane. Il film è un adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo di Nicholas Sparks. Adrienne Willis vive con i due figli in un'agiata condizione economica. Ciò che la turba è il comportamento del marito il quale, dopo averla lasciata, ora implora di poter ritornare. La donna decide allora di allontanarsi per un weekend per tenere in attività il bed & breakfast di un'amica sulle spiagge del Rodanthe. Ci sarà un unico ospite, il medico Paul Flanner. Mentre a casa il coniuge cerca di convincere i figli della 'cattiveria' della madre che rifiuta di perdonarlo, Adrienne si trova di fronte a un altro problema. Flanner, chirurgo estetico fagocitato dal suo lavoro, ha visto morire sul tavolo operatorio una paziente e ora vuole poter parlare con il marito e con il figlio. Adrienne e Paul avranno modo di conoscersi e di scoprire che c'è sempre una seconda possibilità nella vita.


Come un uragano - Richard Gere e Diane Lane  4

 

Che ci sia chimica tra i due lo si nota sin dalle prime battute di questo loro nuovo incontro cinematografico. Che questo sia un film old style fatto per andare incontro a un pubblico femminile desideroso di commuoversi al cinema e poi in televisione è poi altrettanto chiaro così come è chiaro che si tratta di una storia destinata a stroncature clamorose sul piano critico.
Non siamo però dello stesso avviso e proviamo a spiegare perché. Che ci sia un pubblico che desidera assistere all'incontro tra due persone che pensano di aver chiuso con i sentimenti e che vedono invece riaprirsi una speranza non ci sembra sia un peccato capitale da punire con il rogo delle pellicole (che, tra l'altro, non sono più infiammabili). Che tutte le retoriche del genere (musica al punto giusto, ritrosie e slanci, uragano alla
Stephen King compreso) vengano applicate con professionismo non è un demerito. Manca, questo è vero, quel tocco alla Douglas Sirk che faceva sì che anche la storia più melodrammatica riuscisse a sottendere una tematica sociale (fosse il rapporto tra i sessi o quello tra le razze). Ma non siamo più negli Anni Cinquanta e i tabù che Sirk con talento scalfiva oggi sembrano essere tutti crollati. Alcuni però restano in piedi e giusto di uno di questi si prende cura Come un uragano: il sentimento dopo una certa età. Mentre il cinema nostrano si affanna a cercare nuove storie che compiacciano un 


Come un uragano - Richard Gere e Diane Lane  5
  

pubblico adolescente sembra quasi una colpa raccontare una storia d'amore adulta che non sia fatta solo di sesso. Il sentimento può tradursi facilmente in sentimentalismo e in retorica ma non è questo il caso perché Lane e Gere riescono abilmente a superare anche quei passaggi di sceneggiatura che metterebbero altri in difficoltà. Lo fanno con la consapevolezza di chi sta portando sullo schermo, trasfigurandoli romanticamente, minuscoli frammenti di vita reale.
"Come un uragano", ("Nights In Rodanthe"), è tratto da un romanzo di Nicholas Sparks, ("Le parole che non ti ho detto","I passi dell'amore") e delinea la storia di due persone che si accorgono di avere avuto la possibilità di capire che la loro vita ha assistito ad un "secondo atto" e si trovano a vivere una dimensione di amore che li accomuna nelle rispettive infelici esperienze esistenziali. Il fallimenti delle loro realtà, famigliare e professionale, spinge i protagonisti a cercare 


Come un uragano - Richard Gere e Diane Lane  7
  

nell'isolamento un'oasi di serenità dove poter ritrovare sè stessi e che possa calmare le ansie e le incertezze derivanti dalle loro infelici situazioni. Entrambi hanno un passato alle spalle e non sono alla ricerca di una relazione che li faccia sentire realizzati, ma avranno occasione di riconsiderare alcuni aspetti della loro vita alla quale essi davano un valore oramai definitivo e irrevocabilmente compromesso. L'evidente impatto cromatico che si presenta agli occhi di Paul al suo arrivo a Rodanthe,quando gli appare la casa con le grandi imposte azzurre,spalancate come ali sulla struttura marrone dello stabile,a ridosso del mare aperto e blu come le persiane, ha una sua precisa collocazione. La scena di grande effetto spiega che sta per accadere all'uomo qualche cosa che è in vivo contrasto con la vita che Paul vede ormai statica, cristallizzata e spenta in un piatto ripetersi di giornate senza interesse ed impregnate di imprevisti e delusioni. Le inquadrature dell'albergo, vicino al mare e con il corso d'acqua alle spalle, il vento, la spiaggia, contribuiscono alla rappresentazione del rapporto fra vita e amore, valori forti da difendere con tenacia dagli attacchi dei pericoli e delle intemperie della storia di ogni uomo. Di fronte agli eventi che inducono ogni uomo a parlare di ineluttabilità, si para la possibilità di un cambiamento graduale o improvviso, ma sovente radicale e decisivo, in grado di condurre a riconsiderare le proprie visioni di una realtà che potrebbe non essere quella che ci si aspetta. Il paesaggio, la potenza della natura e la forza degli elementi creano i presupposti che portano all'evolversi della relazione fra 


Come un uragano - Diane Lane
  

i due protagonisti, in una manifestazione sentimentale inarrestabile e violenta, come la furia di un uragano, che diventa la metafora del film. "Come un uragano" vede insieme per la terza volta Richard Gere e Diane Lane, dopo "Cotton Club" di Coppola e "Unfaithful", di Adrian Lyne. Ma Spencer Tracy e Katharyne Hepburn, Bogart e la Bacall, Elizabeth Taylor e Richard Burton, John Wayne e la O'Hara sono immagini di uno star system che aveva nel pubblico della stessa epoca, il proprio interlocutore e al quale e dal quale riceveva segnali ben precisi, contestualizzati in una società ed una audience che si riconosceva in un enterteinment che non trova conformità con quello che oggi cerchiamo sul grande (e piccolo) schermo. Richard Gere e Diane Lane si incontrano ancora e recitano insieme in un film che parla di amore, oggi come allora e scambiano con questo pubblico informazioni e segni su un sentimento sempre esistito, ma qui inserito nel tessuto di un cinema che ha camminato fino a oggi, sviluppandosi ed adattandosi, con le caratteristiche dell'epoca in cui vive.

16 commenti:

  1. Non ho visto un blog sull’amore così animato e così pieno di signore che intervengono tra loro senza tener conto di un dato di fatto! Oggi l amore è, non dico scomparso, ma diventato merce rara. Almeno sui temi più attuali, esiste molto sesso, molta prostituzione mascherata e molto perbenismo. L amore è confinato al cinema, nei romanzi, nei dibattiti, nella tv e nelle finction. Ma non amore vero, amore narrato, raccontato, discusso. E non chiamate amore la desolazione o le beghe del "grande fratello" o delle "isole famose" L amore è il grande assente in ogni manifestazione. Non esiste una educazione ai sentimenti, tant’è che a scuola si chiama educazione sessuale. L amore sembra nato nel medioevo di Dante e morto nell’ ottocento romantico. Il sesso era una componente dell amore, ora l amore è una componente del sesso. Cioè facendo sesso ci si può pure innamorare. La verità è che sesso e amore sono facce della stessa medaglia, ora prevale l una ora l altra, ma con la stessa persona, guai a separare le cose con persone diverse. Detto questo, il blog mi piace, vorrei dare un contributo e Gabry ne dovrebbe essere contento. Complimenti, ti ammiro, hai lanciato un sasso nello stagno e le acque si sono increspate. Davide68

    RispondiElimina
  2. If you see someone who writes from the United States are almost always me. I gave the address to several friends but I do not know if they have time and desire to make the post. It's all right. I know that in Europe you have problems with the $ but that happens. I love everything you send. Bel our love of American movies. Abigail59

    Se vedi qualcuno che scrive dagli Stati Uniti sono quasi sempre io. Ho dato l indirizzo a diverse amiche ma non so se hanno tempo e voglia di fare dei post. Va tutto bene. So che in Europa avete problemi con i $ ma che succede. Mi piace tutto quello che invii. Belli i nostri film americani d amore . Abigail59

    RispondiElimina
  3. Sto leggendo pensieri e parole 8. Ma come metti insieme tanti argomenti tutti col medesimo fine passionale? I piombi di Venezia non sapevo cosa fossero, ma tu lo dai per scontato. I carusi in Sicilia? Ma con te bisogna avere sempre il dizionario vicino. Non è possibile che per postare un aforisma tu ti documenti prima, si vede che è fatto a braccio. E tu conosci a menadito tutti questi fatti e tutte queste realtà? Tu non sei un poeta, sei un casino! Un mostro di conoscenza che usi ora in maniera disinvolta, ora addirittura spregiudicata. Stare vicino a te significa ballare il “paso doble” o correre mentre cammini. Questo basta e avanza per capire che emozioni prova chi ti sta vicino sia per lavoro che per necessità. Non oso immaginare chi ami o chi ti ama. Io le emozioni le provo addirittura sulla carta o prima di accendere il pc. Che ti dico, scrivi e facci sognare! Nina66

    RispondiElimina
  4. Non dar retta a nessuno, vai bene così. Forse dovresti spingere un po’ più sull’arte, ma va bene cosi. Hai le idee chiare tieni la barra a dritta! Davide68

    RispondiElimina
  5. Di solito i blog e i siti sull’amore sono scientifici o sdolcinati, cioè o ermetici chiusi nella disciplina medico - psichica o mielosi - evanescenti al limite del gossip. Questo, come ho già detto, è equilibrato, tocca la psiche, la socialità, la passione, l arte e la scienza. Il tutto con gusto ed equilibrio, rigore e professionalità, ma sempre con quella leggerezza che non sfocia mai nella pedanteria. In autunno ti mando degli scritti e ne vedrai delle belle! Inutile dire che mi sei simpatico. Ti bacio. Lucia56

    RispondiElimina
  6. Oggi posto la mia faccia. Non dite di cambiare il padrone se ne avrebbe a male!

    RispondiElimina
  7. Un incanto, mentre leggevo un tuo post ho inteso uno un tremore nella luminosità ed è comparso il nuovo post “ll fascino segreto della contessa Olenska” alias Michelle Pfeiffer in L età dell innocenza! Proprio quello che aspettavo. Sei grande. Grazie. Giuliana58

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. In un blog così passionale non deve mancare l’icona eterna del fascino e sex appeal: Marilin Monroe! Lascio alla tua fantasia e al tuo estro tratteggiare la sua figura.
    P. S. in gran silenzio mi posti Brad Pitt? Sei un amore. Laura69

    RispondiElimina
  10. Puoi parlare delle emozioni? Mio figlio vorrebbe un post sull imprinting a partire dall ochetta Martina a Conrad Lorenz e se ha a che vedere con l innamoramento! Ciao. Grazie. Sonia65

    RispondiElimina
  11. Non hai mai accennato al colossal Via col vento. Non mi dispiacerebbe avere una tua opinione su questo chiacchierato film di 73 anni fa. E sulla classica frase di Rossella "domani è un altro giorno!" Dopo le ferie ti darò dei suggerimenti per tutti. Lo considero un mio blog chiassoso e ciarliero. Anche se non mi dispiacerebbe farne uno! Mi dici come si fà? Ciao a settembre. Francesca64

    RispondiElimina
  12. Gabry tieni duro non farti sopraffare da questo mare di galline starnazzanti, tieni la barra a dritta, siamo gli unici galli del pollaio e se non conto male loro sono più di 30. Anche io voglio vederti. Voglio dare e farmi dare consigli. Sto a Perugia non al circolo polare artico, fammi un fischio se organizzi qualcosa, in gamba. Ciao. Davide 68

    RispondiElimina
  13. Gabry ma hai 2 blog, non lo avevo capito e che casini ci sono dall altra parte, solo cervelli e didattica! Ma chi sei uno scienziato. Ma pensa te. Ciao sei grande Davide68

    RispondiElimina
  14. Mi chiedevo quando lo avresti fatto! Jacques Prevert, l apostolo degli innamorati. Ed è solo l inizio. A mare il tempo si è guastato e leggo male sull Iphone ok leggerò dopo in albergo. Sei un diavolo tentatore mo pure Prevert ci mancava. Ciao Antonella66

    RispondiElimina
  15. Perbacco è uscita ora una icona sul tuo blog che dice hanno aderito 27 membri e in un mese hai collezionato 2493 visite. Gabry devo fare anche io un blog e poi ci dirottiamo le persone per competenza. Io vado forte in storia e tu? Dammi una mano ti sarò utile. Ad agosto sto in famiglia ma a settembre tutto ok! Un salutone Davide68

    RispondiElimina
  16. 1) Love is always an issue at the center of man and therefore also the object of interest in psychology.
    But what is love? You may sometimes be confused about it and ask, for example, if you feel love or just attraction, if we truly love our partners or "it's just a habit", or it can happen to feel subjugated in a report that more than love has become an obsession and suffering, or in still other cases, the relationship is a battlefield and the anger seems to be the strongest bond.
    To understand what love is first of all it is important to distinguish it from falling. Do you agree on this? Because I see the love in your container is very vague. Write me, I follow the American Psychological School. Are you interesting and intriguing at the same time. Beautiful pictures. Your girls are the ones you see in the profile? Are you nice let me know. Tiffany67
    2) Sorry I have not added to the translation. Of course you know how to do it but I do not know you well and still do not want you to think ill of me. Tiffany67

    1) L’amore è una tematica da sempre al centro dell’attenzione dell’uomo e quindi anche oggetto di interesse della psicologia.
    Ma cos’è l’amore? A volte capita di essere confusi al riguardo e chiederci, ad esempio, se proviamo amore o solo attrazione, se siamo veramente innamorati del nostro partner o “è solo un’abitudine”, oppure può capitare di sentirci soggiogati in un rapporto che più che amore è diventato ossessione e sofferenza, o in altri casi ancora, la relazione è un campo di battaglia e la rabbia sembra costituire il legame più forte.
    Per comprendere cos’è l’amore prima di tutto è importante distinguerlo dall’innamoramento. Sei d’accordo su questo? Perché vedo che nel tuo contenitore l’amore è molto vago. Scrivimi, io seguo la scuola psicologica americana. Sei interessante ed intrigante allo stesso tempo. Belle le foto. Sono le tue ragazze quelle che si vedono nel profilo? Sei simpatico fammi sapere. Tiffany67


    2) Scusa non ho inserito la traduzione. Certo tu sai come si fa ma io non ti conosco ancora bene e non voglio che pensi male di me. Tiffany67

    RispondiElimina