Elenco blog personale

sabato 20 luglio 2013

Donne mature, Cougar Women, non Vedove allegre!










Tolerabile est semel anno insanire” (Seneca) A volte una trasgressione occasionale consente alle persone di togliersi qualche soddisfazione, senza per questo compromettere il proprio equilibrio, o modificare in modo accentuato il proprio stile di vita.





Il puma viene classificato fra i piccoli felini ma, fra questi, è uno dei più grossi. I  puma inoltre hanno la caratteristica di cacciare mammiferi di quasi tutte le taglie, dai cervi ai topi. Sarà forse per queste due particolarità, chissà, che nello slang americano, il nome di questo felino viene ormai usato abitualmente per indicare una donna matura, in cerca di rapporti sessuali con uomini molto più giovani. 







Donne Mature - semel in anno licet insanire 







Parliamo delle Cougar Women (si pronuncia “cugar” e significa, appunto, “puma”): di solito sono donne mature, dai 40-50 in su, finanziariamente indipendenti ed ancora molto attraenti, sempre in caccia di giovani prede da portarsi a letto. L’età ideale, secondo una vecchia regola, che una volta apparteneva solo agli uomini e che invece, come si legge ora in siti “specializzati”, è validissima anche per le donne, deve essere calcolata con la magica formula: la metà della tua età, più sette. Esempi: (30-22); (50-32); (60-37); (90-52), ecc. I ragazzi che frequentano le donne mature (detti, sempre in slang americano,  “cubs”, cuccioli) lo fanno perché in loro trovano non solo un fisico ancora molto gradevole, ricco di sex appeal, ma anche esperienza, fantasia, sicurezza nelle cose del sesso … 







Donne Mature - semel in anno licet insanire







L’origine della denominazione “cougar” è incerta: si pensa che il termine sia stato usato per la prima volta nel sito di incontri canadese Cougardate.com e che da lì il termine si sia diffuso ovunque: nella pubblicità, in Tv, al cinema e nei libri. Le ragazze giovani saranno pure carine, ma sicuramente rispetto a queste “tardone” affamate di sesso possono apparire personalità scialbe e del tutto asessuate. Questo è almeno quello che si raccontano le “pantere”  su Urban Cougar, un sito di Cougar-dating che addirittura elegge la sua Cougar più affascinante, ogni mese e ogni anno.  






Donne Mature - semel in anno licet insanire






Una particolare sezione del sito è dedicata ai locali specializzati, in cui prede e predatori possono facilmente incontrarsi. Nel negozio on line si possono invece comprare magliette con messaggi più o meno espliciti, fra cui quella, per i ragazzi interessati al genere femminile attempato, “I love Cougars“… Tanto per facilitarsi la vita! Un altro sito interessante è Yes, Mrs. Robinson, che nel titolo e nel logo ricorda l’indimenticabile film “Il Laureato”, con Dustin Hoffman, oppure Date a Cougar, il cui slogan è un invitante: “What are you waiting”? Questi ultimi due web-sites sono specializzati nel permettere incontri fra singles di differente età, che altrimenti non potrebbero incontrarsi (se non, ad esempio, frequentando i figli delle proprie amiche …). 






Donne Mature - semel in anno licet insanire






Tutto ciò che si è detto ci apparirà ancora più familiare quando FoxLife trasmetterà gli episodi della nuova serie televisiva, Cougar Town, ideata da Bill Lawrence e Kevin Biegel e prodotta da Coquette Productions, in collaborazione con ABC Studios. In Cougar Town, l’attrice Courteney Cox interpreta Jules Cobb, un’agente immobiliare, la quale, tornata single, decide di recuperare il tempo perduto, cominciando a frequentare ragazzi più giovani. In passato c’erano stati sull’argomento un film del 2007, Cougar Club e, nella primavera del 2009, un reality show chiamato The Cougar, sulla TV americana TV Land. 






Donne Mature - semel in anno licet insanire







Oggi la cosa è di dominio pubblico. Le migliori star fanno a gara per procurarsi il Toy Boy di turno. Cosa vogliamo dire di questo fenomeno? In primis verrebbe da dire che, innegabilmente, oggi le quarantenni e perfino le cinquantenni sono attraenti quanto le loro congeneri con venti, trenta anni di meno: certo, per una storia seria fra un ventenne e una cinquantenne ci potrebbe essere qualche problema, ma per il sesso occasionale non sembrano essercene, anche perché il Viagra delle donne non è in una pillola blu, ma in qualche sinapsi del cervello, eccitata dalla consapevolezza di essere persone in perfetta salute e ancora molto attraenti, indipendenti, con una buona disponibilità economica. 






Donne Mature - semel in anno licet insanire






Sicuramente potersi permettere un ragazzo che ha più o meno la metà della propria età, come del resto ci insegnano da millenni gli uomini, può far sentire queste signore ancora molto giovani, vitali, piene di fascino e di energia…. Certamente un comportamento del genere riempie la vita di sorrisi e di sospiri d’amore che forse altrimenti non ci sarebbero stati … Quello che, personalmente, ci trovo di negativo è che questo vezzo di frequentare i “cuccioli” potrebbe far perdere il senso della realtà, spingendo le signore mature in una perdente e dolorosa corsa contro il tempo, per restare sempre giovani ed attraenti, nonostante quello che si legge nella carta di identità. 






Donne Mature - semel in anno licet insanire






Con il passare degli anni infatti, sempre più spesso questo tipo di rapporti sono destinati a diventare a pagamento e questa consuetudine, al di là dell’ebbrezza del momento, non so davvero quanto possa rendere felici. Del resto, va anche detto, la felicità non può essere trovata neanche nella costante (e spesso inutile) rinuncia … Forse una soluzione c’è, e l’avevano già inventata gli antichi, quando affermavano che “semel in anno licet insanire”: a volte una trasgressione occasionale consente alle persone di togliersi qualche soddisfazione, senza per questo compromettere il proprio equilibrio, o modificare in modo accentuato il proprio stile di vita.


Donne Mature - semel in anno licet insanire



3 commenti:

  1. Sono in ferie, ma ti leggo sempre! Che retrospettiva sulla Divina Greta Garbo. Che belle foto. Ciao. Emma61

    RispondiElimina
  2. Gabry, i tuoi cosiddetti temi religiosi, di cui è farcito il blog, fanno a pugni con la pletora di nudi che lo affollano! Mi ricorda l’arte del Rinascimento che citi nel sesso di Cristo in un recente Post. Eppure è tanta la grazia con cui li fai convivere, che il tutto mi appare quasi naturale. E tu sai come la penso! Il tuo Blog mi piace, non riesco a staccarmene. Ora ho letto Religiosità e amore, Alberoni è sempre puntuale e convincente. E tu che cerchi tutto questo mi hai quasi stregata. Ciao. Ti leggo. Antonella Liberti

    RispondiElimina
  3. Ciao Gabry,
    Ti scrivo sul far della notte. Questo è il momento in cui il pc è mio. E’ un lunedì qualunque delle mie ferie e tutti sono liberi, padri e figli! Quanti rimorsi nella vita, quanti se e quanti ma. Oggi il mio bilancio è positivo per l’aspetto famiglia, ma disastroso per gli affetti. Tutti mi vogliono “bene” ma nessuno mi ama, nemmeno la persona con cui sto, ma non è mio marito. Forse questo l’ho già detto e mi parlo addosso, ma sopportami. Tu sei diverso altrimenti non creavi un Blog sull’amore. Nessuno ha mai pronunciato per me una sola, dico una sola, delle parole o delle emozioni che spandi a tutti quelli che ti leggono. Ma mi chiedo se sei tu eccezionale e gli altri sono dei nani o (quasi tutti) sono freddi, egoisti, distratti e superficiali. O la vita è tutta qui, visto che non sono una ragazzina? Poiché io vedo le cose come le vedi tu, allora siamo solo due persone eccezionali? Non credo, ce ne sono tante altre che per paura, per convenzione, per lasciar vivere, si tirano a campare. E sprecano la vita e la fanno sprecare agli altri che la vorrebbero vivere in maniera allegra, sincera, spontanea, prorompente. Ma se lo fai, ti additano come quando hai messo le calze storte. Una vita niente di che, a me bastano le considerazioni contenute nelle tue ultime poesie o i tuoi “pensieri e parole”. Sono folle? Chiedo la luna? Non credo. Non sono nemmeno invidiosa della tua vita o delle persone che ami, chissà quanti guai pure tu! Solo che almeno tu pensi e vivi come io sogno, cosa che in casa mia è di fatto vietata, perché vengo apostrofata sognatrice, avvocato delle cause perse, bambina non cresciuta, cosa ti manca, pensa positivo ecc. e questo per tutti, compagno, amiche, figli e genitori inclusi. Non voglio un amante da tenere nella borsa come i fazzoletti e piangerci dentro quando le cose non vanno. Ne cambiare uomo ogni lustro, mentre continuo a vivere con il mio compagno. Questo no! Vorrei solo “l’Amore” e se non me lo da lui, allora voglio un nuovo amore, ma solo l’amore, un amante è solo la pillola contro l’emicrania. Rileggo le mie frasi di una volta. Forse mi ripeto. Ma è la mia vita. Non so perché dico tutto questo! Eppure sono sicura che mi capisci, ecco perché te lo dico.
    Giuliana Passera58

    RispondiElimina